Non c'è futuro senza memoria, non c'è memoria senza futuro.




Archvio Donne

Movimenti femminili e femministi a Rovereto dagli anni Settanta

Dieci interviste a protagoniste e testimoni dei movimenti femminili e femministi a Rovereto dagli anni Settanta.
a cura di Serena Aldi e Micol Cossali, Osservatorio Cara Città (2009-2010)
con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto


Lavori delle ragazze in casa, privilegi dei figli maschi. La scoperta delle lotte contro l’ingiustizia e dei diritti delle donne qui e nel mondo. La Chiesa e le donne.


Una storia di lavoro dalla risaia alla fabbrica. Libertà, senso di sé, valore del lavoro con il ’68. Maternità negata e aborto. Lotte nel sindacato e delle donne.


La prima avvocata a Rovereto. Rete di solidarietà femminile prima della legge sull’aborto e i consultori. Pratiche di autocoscienza. La lista di sole donne Cara Città.


Le donne e il PCI nel secondo dopoguerra. Joyce Lussu. Cambiamento della società italiana con le leggi sul divorzio e l’aborto.


Il collettivo femminista del Liceo. Consapevolezza della condizione di ingiustizia per le donne. La separatezza per darsi forza. La voglia e la grande fatica di cambiare.


L’ incontro con Luisa Muraro. La ricerca sulla storia delle donne e la nuova identità femminile. La politica e l’esperienza della lista di Cara Città.


Il collettivo femminista del Basso Sarca. Iniziative per il consultorio. Autocoscienza e messa in discussione di sé: il privato è politico. La rete con altri gruppi di donne.


La rivoluzione pacifica delle donne. Radicalità del femminismo nella messa in discussione di modelli sedimentati. La lotta per/contro l’aborto.


La ricerca di un’identità femminile rinnovata. L’esperienza delle 150 ore per donne. Pluralità nel femminismo. Relazioni significative fra donne.


La comunità filosofica di Diotima. Per una genealogia femminile e il pensiero della differenza. La lista di donne di Cara Città. Libertà e forza femminile.


condividi i nostri contenuti con i tuoi amici!

Allegati